June 13, 2019

Please reload

Post recenti

Può forse un cieco guidare un altro cieco?

 

Commento al Vangelo di Luca 6,39-45

 

Continuiamo la lettura del vangelo di Luca nel discorso della pianura, e oggi il Signore ci vuole mettere davanti a noi tre gravi tentazioni, o meglio, tre presunzioni dove rischiamo tutti di cadere: la presunzione di essere maestri, la presunzione di giudicare gli altri e la presunzione dell’immagine distorta.

 

All’inizio Gesù ci dice «Può forse un cieco guidare un altro cieco?».

A volte ci capita di pensare di essere guide degl’altri quando a volte non sappiamo neanche noi che cosa dobbiamo fare o scegliere, per cui il Signore ci invita di ritornare a Lui, ad Ascoltare la Sua Parola e di farci guidare da persone sagge che ci possano far maturare umanamente e spiritualmente e, dopo un lungo cammino di discernimento e di formazione, allora forse potremmo dare dei buoni consigli ai fratelli.

 

La seconda tentazione del giudizio, Gesù la descrive con una frase che fa colpo «Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?».

Ci succede spesso di dare facili giudizi e condanne verso gli altri, presumendo di essere giusti, da questo poi scaturiscono le calunnie, le invidie le chiacchiere. Questo atteggiamento distrugge ogni tipo di relazione.

Gesù ci invita a rientrare in noi stessi, a fare una sana e profonda riflessione dentro di noi,  soprattutto nella verità. Allora ci accorgeremo di avere tante Travi che ostacolano la nostra vita.

 

Nel momento in cui faremo un sano discernimento dei nostri limiti e fragilità, riconoscendo che per primi noi siamo peccatori e bisognosi della misericordia di Dio, a quel punto diventeremo comprensivi e accoglienti con gli altri, e potremo con tutta umiltà aiutarli a fare un passo in avanti nel loro cammino.

 

 dell’albero buono e cattivo, Gesù ci descrive la terza tentazione. Infatti se nel nostro cuore, che è la sede delle nostre decisioni, ci sono scelte giuste e vere, allora la nostra vita porterà buoni frutti, ma se invece, cerchiamo solo l’apparenza per farci lodare dagli altri cercando scorciatoie e a volte anche situazione subdole e perverse, la nostra esistenza rischia di essere misera e arida.
Nell'immagine

 

Buon cammino.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload