June 13, 2019

Please reload

Post recenti

Dal Vangelo di Giovanni  10, 11-18    

 

Nel capitolo 10 del vangelo di Giovanni, Gesù si presenta come il Figlio che conosce l’amore del Padre e lo condivide gli uomini in pienezza in modo libero, gratuito. “Io sono il buon pastore” dirà ai suoi e sottolineando che attingendo dalla sua bontà e seguendolo come le pecore il pastore noi siamo figli di un unico Padre e fratelli tra di noi. Lui dà la vita per noi e ci libera dai briganti, cioè dal male del peccato. Il vangelo ci invita al discernimento, di riconoscere la sua volontà e di non lasciarci ingannare dai richiami del mercenario ma di seguire la sua voce. È facile lasciarci ingannare dalle cose che non perdurano perché appaiono belle ma belle non sono. Di un tale inganno ci accorgiamo solo quando rimaniamo intrappolati nelle zanne del lupo mentre, ciò che sembrava bello ci lascia nell'amara solitudine. Seguire invece il buon pastore che, dà la propria vita per le pecore, vuol dire saper rinunciare a tante comodità e sporcarsi le mani per il Signore perché, la vera bellezza richiede impegno e fatica.È lo stesso impegno del Pastore che non si stanca di stare con le proprie pecore e quando si perdono va a cercarle. La sua bontà è un impegno quotidiano così che possa dire senza mezzi termini “Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me”.

Si conosce le persone solo passandoci tempo con loro, investendo le forze con perseveranza ed entusiasmo. Sempre con grande umiltà che sa riconoscere la vera fonte di ogni bene:“il Padre conosce me e io conosco il Padre” ed è il dono perfetto che con gioia viene donato in abbondanza,“do la mia vita per le pecore”.Quel dono si traduce in un fervore missionario che è proprio del Signore e di chi lo segue “ho altre pecore che non provengono da questo recinto: anche quelle io devo guidare”. Quel fervore che spinto dal amore di Dio crea la comunione e pace:“e saranno un solo gregge, un solo pastore”. 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload