June 13, 2019

Please reload

Post recenti

 

 

“Sarebbe bello che in ogni diocesi restasse un’opera strutturale di misericordia come ricordo di questo Anno Santo”; ecco l’augurio espresso da Papa Francesco durante il Giubileo della Misericordia che ha trovato terreno fertile in molte diocesi italiane, tra cui quella di Albano, dove Monsignor Marcello Semeraro ha deciso di investire in una “Opera Strutturale di Misericordia” particolare che risponde ad una povertà più nascosta delle altre, quella dei padri separati che, pur conservando il lavoro e il necessario alla sussistenza, non hanno una dimora in cui vivere. Ed ecco che il progetto "Per essere ancora papà" si concretizza in una bella struttura in riva al mare offerta in comodato d'uso dalle Suore Pastorelle, che potrà ospitare fino a 14 papà per un tempo che andrà dai 6 ai 12 mesi in camere singole con bagno e permetterà loro di stare insieme ai figli nei giorni di visita in stanze adibite.
Dopo questa bella testimonianza fermati un momento a riflettere sull’attenzione che la Chiesa ha verso il tessuto sociale per intero, comprese quelle realtà povere più nascoste che celano sofferenze sommesse e soffocate, ma soprattutto sulla capacità di concretizzare un servizio necessario, dimostrando la sua volontà quotidiana di calare nella carne viva delle persone i princìpi e i valori che nascono dal Vangelo. 
E Tu, sei attento alle povertà nascoste del tuo tessuto sociale? In base ad esse provi a concretizzare un servizio che ti permetta di vivere lì il Vangelo?

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload